Preziosi riscatta Vanden Borre, Marotta insiste per avere Mesto

L'avventura rossoblù di Raffaele Palladino inizierà ufficialmente questa mattina quando il giocatore acquistato dal Genoa in comproprietà dall Juventus verrà sottoposto alle rituali visite mediche alle quali farà seguito l'ufficializzazione del suo arrivo dopo tanta attesa. «E' un nostro giocatore e siamo contenti perché parliamo di un calciatore importante» ha commentato a proposito del suo arrivo il presidente Enrico Preziosi. Oggi sarà il giorno delle visite mediche anche per Salvatore Bocchetti arrivato dal Frosinone. Il suo arrivo inizialmente sembrava escludere Domizzi ma lo stesso Preziosi ha confermato che l'interessamento rimane anche se «non alle attuali proposte dal Napoli». Ma oggi, oltre al Palladino day, è anche il giorno delle comproprietà. Ieri il Genoa ha giocato d'anticipo e, come previsto, si è aggiudicato l'intero cartellino dell'under 21 belga Anthony Vanden Borre dalla Fiorentina. In cambio a Firenze resta l'attaccante senegalese N'Diaye Papa Waigo. Vicino all'ufficializzazione anche il riscatto di Fernando «El Topa» Forestieri che però resterà ancora un anno a Siena mentre sono da discutere dieci posizioni: Aurelio (a, Cesena), Barasso (p, Taranto), Colurcio (c, Sangiovannese), Forestieri (a, Siena), Iovine (c, Spezia), Lamantia (p, Novara), Renzetti (c, Lucchese), Santos (d, Albinoleffe), Tacchinardi (c, Cremonese), Volpara (a, Lucchese).
SAMPDORIA. L'ipotesi Acquafresca come spalla di Cassano non è ancora tramontata. E' stato lo stesso Beppe Marotta a mantenere aperta questa pista. «Aspettiamo fiduciosi la risoluzione delle comproprietà» ha dichiarato l'amministratore delegato blucerchiato lasciando intendere che un ritorno all'Inter del giovane bomber esploso nel Cagliari non è da escludere e questa via potrebbe così portarlo in prestito a Genova. Nel ruolo di nuovo Maggio c'è poi una conferma per Mesto. «C'è un forte interesse della Sampdoria» ha dichiarato il suo procuratore Moreno Roggi. Ma anche questa vicenda è legata alla soluzione della comproprietà di Mesto tra Udinese e Reggina.