Preziosi segue i baby e punta in alto: «Ora voglio la vittoria»

Luca Russo

«Dopo due pareggi serve una vittoria». Enrico Preziosi, arrivato al campo di Borzoli per seguire il debutto al torneo di Viareggio della squadra di Torrente contro i messicani del Santos Laguna si coccola i gioielli del futuro e intanto pensa al presente. C'è una trasferta che si annuncia oceanica per i tifosi, anche ieri in processione a Pavia per acquistare altri biglietti oltre ai novecento messi a disposizione, c'è una partita da vincere magari con una formazione rinnovata. «Mi immagino un 4-4-2 - aggiunge Preziosi - con Rossi ed Iliev esterni e Lopez supportato da Grabbi o Zaniolo». Alla fine la Beretti batte i messicani con una rete di Morga al termine di una partita equilibrata e domani ancora a Borzoli scenderà nuovamente in campo contro il Treviso . «Ci tengo a questi ragazzi spero che vadano avanti - conclude il presidente - mi spiace non aver potuto vedere all'opera gli argentini Forestieri e Ledesma in cui credo molto, sarà per la prossima volta. E poi non dimentico tutti i giovani che abbiamo in giro per l'Italia. Seguiamo Renzetti e Volpara probabilmente li riscatteremo».
Intanto la squadra di Vavassori è tornata ad allenarsi a Pegli. Rientrato in gruppo Zaniolo, Baldini si è allenato ancora a parte, ma è recuperabile così come Caccia, ieri bloccato dall'influenza.