Preziosi: «Sono contento perché la gente si diverte»

Luca Russo

Primi dopo sei giornate in una classifica già significativa di quelli che sono i valori espressi dalla serie B. Primi con un gioco ancora una volta avvolgente e travolgente mostrato anche nella vittoria sull'Arezzo, ma in casa Genoa la parola d'ordine resta quella di frenare gli entusiasmi. «Non possiamo che essere soddisfatti del lavoro svolto - ha sottolineato Gian Piero Gasperini - ma dopo sei partite non si può fare ancora un bilancio significativo, facciamone altre sei e poi vediamo». Ancora più basso il profilo scelto dal presidente Enrico Preziosi. «Sono contento perché la gente allo stadio ora si diverte - ha dichiarato - ma adesso è importante mantenere i piedi per terra. Dobbiamo essere nelle prime sei a dicembre, poi vedremo chi ha più birra in corpo». Insomma al momento si preferisce navigare a vista pensando ai prossimi avversari. Domenica al Ferraris c'era lo staff tecnico del Brescia guidato dall'allenatore Mario Somma. «Sono venuti a spiarci? Ma anche noi siamo andati a vederli» ha dichiarato il tecnico rossoblù richiestissimo da media nazionali con inviti sia in Rai (Domenica Sportiva) sia a Mediaset. Quanto a Giuseppe Greco, autore del primo gol con l'Arezzo e costretto ad uscire ad inizio ripresa per un acciacco, ha riportato un risentimento muscolare alla coscia sinistra che non dovrebbe pregiudicare la sua presenza sabato al Rigamonti.