Il prezioso candeliere che diventa abat-jour

Albino Boffi

Il genio prorompente, alcune volte romantico, altre provocatorio di Philippe Starck ormai ha fatto il giro del mondo, proponendo negli anni i prodotti più diversi: dall'architettura d'interni all'arredamento e all'oggettistica per la casa, dagli occhiali da sole alle moto, dai velieri ai mulini a vento, passando attraverso qualità di pasta, trolley e vestiti. Ogni sua creazione è un successo ed è quindi più che motivato che le più grandi case produttrici se lo contendano in ogni modo. Da qualche tempo ad esempio Baccarat sta vivendo con il designer un'intensa e proficua collaborazione. È firmata Starck infatti la seducente trasformazione del palazzo di Marie Laure de Noailles - a Parigi in Place des Etats Unis - nella nuova prestigiosa sede della cristalleria per la quale ha creato anche in esclusiva il fastoso lampadario Zenith. Con la collezione Darkside, ha riportato poi sulla cresta dell'onda il dimenticato cristallo nero invitandoci a esplorare il lato oscuro della natura da cui sgorga la luce del cristallo. Ed è ancora una volta la luce a ispirare Starck con l'abat-jour- candeliere «Our Fire» rivisitando il grande modello del candeliere «Versailles», nel catalogo della Cristalleria da diversi decenni, trasformando così un grande classico di Baccarat in un oggetto di luce inedito e magico, un candeliere la cui fiamma scintilla, filtrata da un abat-jour in cristallo irisé. Per realizzare questo raffinato abat-jour Baccarat ha scelto come partner Flos, prestigioso marchio italiano d'illuminazione.
Per ulteriori informazioni, tel. 02. 48012016 oppure consultare il sito: www.baccarat.fr