«Prezzi calmierati? Volevano il doppio»

Un «funerale calmierato» pagato 3.200 euro invece che 1.290 euro come prevede il Comune. È la denuncia di una milanese approdata ieri in consiglio comunale . «In Comune - si legge nella lettera - ho ricevuto informazioni dettagliate su quanto dovevo fare, con modi molto cortesi e partecipi del mio lutto». Poi «ho scelto un’impresa funebre dove ho spiegato che ero propensa a utilizzare il funerale calmierato convenzionato col Comune. Mi è stata subito mostrata la fotografia di una bara in cui nessuno seppellirebbe neppure il proprio gatto, figuriamoci una madre».