Il prezzo delle follie da stadio

Coprono quasi nulla delle spese che lo Stato si accolla per la tranquillità del campionato, ma, in fondo, è sempre meglio che nulla. La «responsabilità oggettiva» è costata nella stagione 2007-2008 ai club di serie A 1.216.950 euro. Il conto più salato il giudice sportivo l’ha presentato al Napoli di Aurelio De Laurentis, che è stato costretto a sborsare 189mila euro. Nel derby della Capitale i supporter laziali si sono dimostrati più tranquilli dei rivali giallorossi, costringendo la società presieduta da Claudio Lotito a sborsare solo 57mila euro, mentre la famiglia Sensi veniva multata di 125.350 euro. Nell’altro derby metropolitano, quello milanese, è andata meglio al Milan (che ha pagato appena 31.500 euro), mentre l’Inter campione d’Italia ha versato alle casse della Figc 159mila euro. Nel resto della massima serie si sono distinte in negativo le curve del Genoa - che hanno prodotto 144.500 euro di penalità - i tifosi dell’Atalanta - 101.500 - quelli del Livorno - 71.500 - e quelli della Juvenuts - 69.500.