Prigionieri per ore nel treno-freezer

Prigionieri per ore su un treno senza riscaldamento e senza assistenza. È accaduto ieri a chi ha avuto la sventura di prendere l’Eurostar 9354 Lecce-Roma. Per un guasto elettrico sulla linea dell’alta velocità il treno, partito dalla Puglia alle 12.17, si è fermato nei pressi di Caserta e non è più ripartito. Il riscaldamento ha smesso di funzionare e i bagni sono stati chiusi perché inutilizzabili. Dopo ore di attesa, i viaggiatori hanno iniziato a chiamare il 113 e la protezione civile per chiedere aiuto. A bordo anche un bambino di 11 mesi. Alle 19 è arrivato un locomotore che doveva trainare il treno ma il gancio si è spezzato. Così l’attesa si è prolungata ancora e alle 23 il treno era ancora fermo senza che i viaggiatori avessero ricevuto alcuna assistenza. Ma - colmo della beffa - il sito delle www.viaggiatreno.it delle Ferrovie sull’«andamento in tempo reale» del traffico segnala che il treno 9354 viaggia con 65 minuti di ritardo e l’arrivo è previsto a Roma alle 19.27. Peccato che siano le 23.30 e l’Eurostar 9534 è ancora bloccato in aperta campagna.