PRIMARIE DI COALIZIONE

Una lucida intuizione politica per scegliere il candidato sindaco di Firenze: la corsa è aperta al massimo a due esponenti Pd (chi prende almeno il 35%) e agli alleati, per «al fine di creare una maggiore coesione». E anche per mettere un po’ i bastoni fra le ruote a Cioni. Cioè, invece di pescare con la lenza nello stagno del Pd fiorentino, tra rane inquisite e assessori infangati, meglio buttare le reti nel mare aperto del centrosinistra allargato. Qualche squalo prima o poi abboccherà...