Primarie costose Hillary Clinton deve ancora pagare 8 milioni di dollari

Hillary Clinton continua ad essere in debito con il suo stratega Mark Penn. La senatrice ha ripagato gran parte dei milioni di dollari di cambiali contratte durante le stagione delle primarie ma tra i conti ancora inevasi c’è quello dovuto a Penn per il lavoro svolto fino a quando, all’inizio di aprile, non è stato messo alla porta. Dei 22 milioni di dollari di debiti della senatrice restano inevasi 7,9 milioni di dollari secondo documenti presentati alla Federal Election Commission: di questi oltre cinque milioni di dollari dovrebbero essere pagati a Penn.
La squadra di Obama ha aiutato Hillary a pagare i debiti: secondo fonti del Washington Post, che ne scrive online, parecchi fundraiser democratici sono però contrari a sganciare un centesimo per lo stratega, ritenuto responsabile dei peggiori attacchi della ex First Lady nei confronti del rivale.