Le primarie «double face» di Vendola

Viva le primarie. Anzi no. Potrebbe essere questo il nuovo slogan del governatore della Puglia, Nichi Vendola. Se per la scelta della leadership del centrosinistra, a cui aspira, Nichi “il rosso” preferisce infatti le consultazioni all’americana, che considera «l’unica via per risollevarci dal pantano», domenica scorsa, all’assemblea regionale di Sinistra e libertà, Vendola ha detto «no» alle primarie per scegliere i candidati territoriali per Camera e Senato, «perché – sostiene – favorirebbero i boss locali». Un «assoluto controsenso», afferma Antonio Decaro, capogruppo del Pd in Regione, un «immenso passo indietro», aggiunge il sindaco democratico di Bari, Michele Emiliano, avversario del leader di Sel che nei giorni scorsi aveva duramente contestato alcune scelte politiche di Vendola. Non è che magari si tratta solo di classico opportunismo politico?