Primarie, elenchi online: è rivolta

Domani in Toscana, come il prossimo 15 febbraio, altra tornata di primarie in casa Pd per scegliere i candidati sindaci e aspiranti presidenti di provincia. Ma il caso è scoppiato a Firenze, ex regno del primo cittadino piddino Leonardo Domenici (nella foto). Infatti, per scongiurare il pericolo di «infiltrazioni» da parte di elettori di centrodestra, la dirigenza del partito ha avanzato l’ipotesi di un albo degli elettori da rendere pubblico su internet, con nomi e cognomi di chi ha effettivamente partecipato alla consultazione. A nulla servono le assicurazioni dei coordinatori («L’uso delle generalità sarà improntato alla cautela e alle norme di legge»), di fatto il popolo di centrosinistra è in subbuglio per una proposta che violerebbe il diritto alla privacy.