Primarie Pisapia aspetta Vendola per dare il colpo di grazia al Pd

A dieci giorni dal voto si scalda a sinistra la competizione in vista delle primarie. I duellanti del giorno sono Giulian o Pisapia, candidato indipendente sostenuto da Sinistra e Libertà e da Rifondazione Comunista, e Stefano Boeri, l’uomo su cui punta il Pd. Boeri ha fatto sapere di non gradire l’arrivo a Milano del segretario del Pd Pierluigi Bersani. Al contrario Pisapia punta sull’arrivo di uno smagliante Nichi Vendola per dare il colpo di grazia alle velleità di vittoria del suo avversario. «Non temere, Stefano - scrive Pisapia rivolgendosi a Boeri -. Non delego e non delegherò la mia campagna elettorale a nessuno: sono certo che Nichi Vendola - un amico con il quale ho combattuto molte battaglie - porterà a Milano un contributo di dibattito e di costruttività che arricchirà tutti. Così è stato per tutti coloro che mi hanno accompagnato in questa campagna; così sarà per quelli che verranno. Milano è una partita importante: credo che solo con l’unità di tutti - anche di tutti i partiti del centro sinistra - sia possibile sfrattare il centrodestra. Alcuni giorni fa dopo la brutta vicenda dell’utilizzo degli indirizzi email del Pd senza par condicio, ci eravamo accordati di dedicare quest’ultima parte di campagna ai contenuti veri per cambiare Milano. Io lo sto facendo».