Primati per zinco e rame

Inarrestabile la corsa dei metalli di base nonostante la prospettiva del nuovo aumento dei tassi di interesse americani. I prezzi a tre mesi dello zinco hanno segnato il nuovo massimo storico a 2.510 dollari per tonnellata. Un aiuto è giunto dalle scorte che oramai coprono soltanto 11 giorni dei consumi mondiali. Stessa musica per il rame volato al picco storico di 5.187 dollari. Oro debole fissato al fixing a 547,50 dollari l’oncia sulla scia della rimonta del biglietto verde.