PRIMAVALLE

Pubblichiamo in questa pagina per gentile concessione dell’editore Sperling & Kupfer il primo capitolo - «Sono nato fortunato» - de La notte brucia ancora (pagg. 173, euro 14) scritto da Giampaolo Mattei (nella foto) con Giommaria Monti. Il libro racconta il clima di odio politico che portò al «Rogo di Primavalle» (16 aprile 1973) in cui morirono due dei fratelli dell’autore: Virgilio Mattei, allora ventiduenne, e Stefano di appena otto anni. Attraverso la memoria personale e i ricordi di famiglia, Mattei racconta il doppio dolore dei sopravvissuti all’attentato: quello quotidiano della perdita e quello impotente della giustizia negata e della mistificazione mediatica. Il libro di Mattei si iscrive nella ricerca di una pacificazione inaugurata da Spingendo la notte più in là di Mario Calabresi.