La primavera fa fiorire Imperia

(...) nell'ambiente e territorio, grazie alla natura rigogliosa di costa ed entroterra, nella cultura e spettacoli, con antiche tradizioni popolari e religiose, nell'enogastronomia, per la sana cucina ligure, e nello sport all'aria aperta».
A questo bisogna aggiungere i «weekend speciali» durante i quali i turisti potranno giungere in riviera approfittando di sconti e pacchetti offerti da agenzie di viaggio specializzate, soggiornare nelle strutture ricettive e gustare i piatti tipici nei ristoranti convenzionati. Per questi speciali fine settimana sono stati studiati alcuni temi specifici che riguardano i fiori, la cucina locale, la scoperta delle ville in stile liberty, i sentieri delle valli dell'entroterra e le escursioni in mountain bike.
«La Festa di Primavera è tutto questo, un contenitore coordinato per generare iniziative di qualità, evitando così sovrapposizioni e valorizzando le peculiarità e le risorse del territorio - prosegue l'assessore Amadeo - Rappresenta un valido strumento di marketing territoriale per trasmettere un'immagine unitaria, vincente e visibile del prodotto turistico Riviera dei Fiori. Questo ci consente di realizzare un tavolo di lavoro comune dove soggetti pubblici ed operatori privati si confrontano per il raggiungimento di obiettivi comuni». In questi anni si è infatti consolidato il rapporto di collaborazione tra gli enti pubblici, rappresentati da Provincia di Imperia, Azienda di Promozione Turistica ed Azienda Speciale della Camera di Commercio, e i privati come agenzie di viaggio, strutture ricettive e consorzi turistici.
Tra le varie promozioni ideate c'è, anche per quest'edizione, quella della Primavera Card, con 40.000 tessere rilasciate agli ospiti delle strutture ricettive della provincia, che offrono la possibilità di viaggiare gratuitamente per un giorno sugli autobus della Riviera Trasporti, di entrare gratuitamente al Casinò di Sanremo, di ottenere sconti ed omaggi in un centinaio di negozi di prodotti tipici alimentari ed artigianali, e molti altri sconti per musei, giardini, teatri, cinema, visite guidate e attività sportive.
Il simbolo della manifestazione è costituito dal «Piatto di Primavera», un oggetto da collezione in ceramica realizzato su un disegno della pittrice Lorenza Caserza, che viene offerto ai turisti dalle strutture convenzionate. «Un ruolo determinante è costituito dalla promozione - analizza Amadeo - garantita da spot trasmessi dalle televisioni private piemontesi e lombarde, oltre che alla stampa di 30.000 depliant, in tre edizioni con il programma degli eventi, di 20.000 guide d'uso, di 10.000 copie della newsletter Riviera News, di convenzioni con il vettore aereo low cost Ryanair e del Road Show per la diffusione del materiale della manifestazione».
Insomma una visione corale dell'offerta turistica della provincia di Imperia, con iniziative che vanno da ponente a levante con grande attenzione per l'entroterra. Il primo approccio sarà proprio l'accoglienza, con i turisti che riceveranno dalle strutture turistiche convenzionate omaggi gastronomici legati all'olio d'oliva extravergine e ai suoi prodotti derivati. «Questa serie di eventi, oltre ad intrattenere turisti e a svelargli le bellezze del nostro territorio, deve diventare un momento in cui intensificare lo scambio e la comunicazione sponsorizzando la nostra provincia quale ideale territorio da visitare e vivere, confrontandoci anche con altre realtà - conclude Franco Amadeo - In quest'ottica abbiamo organizzato, per la prima volta, "Mete a confronto" una conferenza turistica internazionale che favorirà lo scambio culturale di tradizioni, cultura, folklore ed enogastronomia con un altro paese straniero. Per quest'anno è stata scelta la Norvegia, per analizzare le sue strategie di marketing che hanno portato a brillanti risultati turistici. Questa occasione, prevista dal 27 al 30 di aprile, permetterà infatti all'industria turistica locale innanzitutto di farsi conoscere presentando un quadro completo della propria offerta e contemporaneamente di entrare in contatto con nuove strategie promozionali».