La primavera è musica da camera

La musica da camera torna nelle sale dell'antica dimora di Palazzo Spinola, dal 29 marzo al 21 giugno, con i concerti di Primavera.
Cinque gli appuntamenti musicali che spazieranno dal tardo Seicento sino al primo Novecento: il primo prenderà il via giovedì 29 con un concerto del «Jenua Ensemble» tenuto da un gruppo di giovani artisti del Conservatorio Paganini che proporranno musiche di Mozart, Bruch e Prokoviev. Il 3 aprile, Luca Pirondini (viola), Davide Guerrieri (oboe) - entrambi provenienti dall'Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, fondata e diretta da Riccardo Muti - insieme a Raffaele Ottonello (violoncello) e ad Alberto Scarrone (pianoforte) eseguiranno musiche di Bach, Eccles, Mozart e Telemann. La rassegna proseguirà il 24 maggio con un complesso di recente formazione, il «Quartetto Alma» (nato da un'iniziativa del maestro Zanardi e composto da studenti del Conservatorio «N. Paganini») che eseguirà musiche di Mozart, Haendel, Simone Boi e Haydn. Per l'ultimo appuntamento quello di giovedì 21 giugno, il duo «Motzinova-Giraudo» in occasione della Festa Europea della Musica, proporrà con un concerto per violino e chitarra alcuni brani paganiniani
Alla rassegna dei concerti - promossa dalla Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della Liguria, in collaborazione con le associazioni «Amici Nuovo Carlo Felice» e «Amici del Conservatorio N. Paganini» -, si aggiunge poi l'incontro dove l'antica tradizione dei «Lieder» (genere musicale) e la canzone d'autore contemporanea, suggerisce un'ipotesi di evoluzione di un antico costume musicale. Il concerto di sabato 31 marzo sarà infatti incentrato sul contrasto creato fra i Lieder di Schubert, Wolf, Strass e Ravel, eseguiti dal duo «Martos-Kirillova», e la canzone d'autore di Francesco Boggero, accompagnato da Marco Spiccio al pianoforte e Federico Bagnasco al contrabbasso.
«Con questo ciclo di incontri - spiega Farida Simonetti, direttrice della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola -, si vuole proporre l'ascolto della musica in questa dimora storica, capace di arricchire, con il pregio artistico degli ambienti, l'esperienza musicale. I concerti saranno momenti in cui rivivranno i modi e le abitudini che erano propri delle dimore aristocratiche settecentesche, come quella che fu di Maddalena Doria Spinola».
I concerti sono gratuiti e si terranno tutti alle 16.30 nella Galleria Nazionale di Palazzo Spinola in piazza della Pellicceria, 1.