Primi scontri diretti per Camogli e Bogliasco

Paolo Lonegro

La pallanuoto ci regala finalmente i primi scontri diretti. Non tanto nel girone d’eccellenza, dove il Savona scenderà in quel di Salerno per la prima volta nella sua storia, mentre fra Nervi e Recco sarà derby, quanto nel girone B, dove Camogli e Bogliasco dovranno assolutamente andare a punti per evitare pericolose avventure nei play off salvezza. La RN Camogli (ore 14,45 orario per tutte le gare) ospita al Boschetto la Lazio ( arbitri Collantoni e Napoli). Gara senza dubbio alla portata dei bianconeri che, reduci dalla sconfitta di Firenze, hanno assolutamente bisogno di muovere la classifica. «Forse dobbiamo ancora vedere il vero Camogli – dichiara il Presidente Mamo Fondelli – nelle ultime due gare non abbiamo espresso il meglio di noi stessi. Contro il Nervi e contro la Florentia si è visto un Camogli svogliato, senza idee, che ha giocato con troppi alti e bassi. Adesso è venuto il momento di far vedere la nostra vera forza». La RN Bogliasco scenderà alla Caldarella di Siracusa per incontrare l’Ortigia (Ferri e Riccitelli). Unica difficoltà: la vasca scoperta, che considerando il maltempo di questi giorni, potrebbe diventare un incubo per i biancoazzurri. Il Bogliasco è in crescita, la sconfitta di misura con il Catania di venerdì scorso (la rete vincente dell’etneo Alessi è stata segnata ad 1’ dal termine) ha dimostrato che c’è affiatamento e voglia di fare bene. La speranza è quella di sconfiggere un certo mal di trasferta.
Nel girone A il Chiavari ospita la Bissolati (Lo Dico e Pinato): gara equilibrata, che sarà decisa dai due strateghi in panchina: Viorel Rus, sponda chiavari, e Gu Baldineti, sponda Cremona. Gara da non perdere, considerando la grande voglia dei due team di giocare sempre senza fare barricate. La Pro Recco torna a giocare alla Sciorba (De Chiara e Fassino) da ospite: ma la differenza fra il tema biancoceleste ed i padroni di casa del Nervi è stratosferica. Così come sarà incolmabile la differenza fra il Salerno, per giunta neo matricola, ed il Savona (Carannate e Marchisello): fra i primi della classe della passata stagione(campioni d’Italia e vincitori della serie A2) c’è di mezzo una categoria.