Dal primo canale a Primocanale

(...) un vero e proprio capolavoro televisivo, una lezione di stile e di giornalismo. Anche e soprattutto per la Rai.
Cosa è successo? È successo che la diretta condotta dal direttore di Primocanale Sport Maurizio Michieli - mentre in Rai si dibatteva se il fallo di un giocatore serbo fosse da espulsione, se il rigore a favore dell’Italia ci fosse oppure no e se la linea potesse tornare a un film o occorresse l’ufficialità sul fatto che non si giocava - non ha fatto altro che affrontare la sua missione: fare giornalismo allo stato puro, televisione nel senso più alto che la tivù sa avere.
L’altra notte, con la lunga diretta iniziata alle 22,15 e terminata alle 3,15 - per l’ennesima volta, le tivù locali hanno dimostrato di saper fare servizio pubblico: vale per Primocanale e Primocanale Sport, ma vale anche per la vicinanza alla gente, un po’ naif ma terribilmente vera di Franca Brignola su Telegenova, per la squadra sportiva e quella giornalistica di Telenord guidate da Maria Grazia Barile e Paolo Lingua e per Telecity di Marco Benvenuto. Tutti amici di cui siamo stati ospiti spesso e volentieri proprio perchè ci troviamo bene.
Ma l’ultima lezione di giornalismo, quella dell’altra notte, è la più significativa. Perchè Michieli, perfetto metronomo di telefonate e collegamenti; Emmanuele Gerboni, quasi eroico nel suo marcare il territorio e presidiare la postazione a Marassi, e il cameraman Giuseppe Piacenza, che ha sfidato sassi, fumogeni e lattine, insieme a tutti gli altri protagonisti, hanno firmato una splendida pagina di giornalismo. Non a caso, molti di loro hanno collaborato proprio con questo Giornale e sono cresciuti anche su queste pagine.
In linea con il livello giornalistico della trasmissione, anche gli ascolti: la media di share, i televisori sintonizzati su Primocanale ogni cento apparecchi accesi, è stata fra il 18 e il 40 per cento, con punte di oltre il 50 per cento. Insomma, da qualsiasi parte la si veda, un trionfo.
Soprattutto, la sostituzione del primo canale (Rai) di una volta con Primocanale. Ed è qualcosa di più forte di un gioco di parole.