Il primo cittadino devolve l’indennità ai nuovi nati

Gino Fussotto, sindaco leghista del piccolo comune biellese di Mongrando, sovvenziona di tasca propria le neo-mamme. «Per anni ho girato le case distribuendo alimentari e cherosene - dice scherzando -, fare politica per me vuol dire aiutare gli altri e soprattutto non deve essere un modo per tirar su dei soldi». Detto, fatto: dei mille e 350 euro lordi al mese che riceve come indennità, a lui non ne rimane nemmeno un centesimo. Nelle scorse settimane ha consegnato 150 euro alle famiglie che nel 2008 sono state rallegrate dalla nascita di un bambino. «Un momento di gioia infinita - ha spiegato allora al “Giornale” - che porta anche bene». Da quando ha inaugurato il suo personale programma, ormai sei anni fa, i nuovi nati l’anno sono passati da 26 a 36. A beneficiare del contributo sono tutti i bambini, anche gli stranieri domiciliati a Mongrando. Calcoli alla mano, il primo cittadino, commerciante in pensione di 68 anni, ha finanziato 170 famiglie, una su dieci.