Primo colpo di Elkann: Ifil nelle produzioni tv

da Milano

Con l’assemblea annuale dell’Accomandita, che si è svolta al Centro stile Fiat, si è chiusa ieri la «tre giorni» del Gruppo Agnelli. L’assemblea della Sapaz, presieduta da Gianluigi Gabetti, ha approvato i conti 2007. È stato anche deliberato che, in caso di impedimento dello stesso Gabetti, sarà John Elkann, già a capo di Ifi e Ifil, a prendere in mano le redini della Giovanni Agnelli & C. Sempre ieri, intanto, l’Ifil ha annunciato la prima operazione conclusa sotto la presidenza Elkann. La holding ha infatti deciso di investire 42,5 milioni in Mangas Capital Entertainment con l’obiettivo di dare vita a un nuovo protagonista nel settore della produzione televisiva europea. Mce ha sede a Parigi ed è stata fondata nel 2007 da Stephane Courbit, imprenditore che ha maturato una solida esperienza nel campo dello sviluppo di format per la tv e della produzione di contenuti audiovisivi. L’iniziativa, spiega una nota, ha lo scopo di sostenere finanziariamente il piano di sviluppo a medio termine di Mce, che intende mettere in atto una strategia di rapida crescita esterna, attraverso l’acquisizione di società specializzate nella creazione e produzione di format e contenuti televisivi da distribuire attraverso diversi media: tv, web, telefonia mobile. Ifil avrà un proprio rappresentante nel cda della società di cui Stephane Courbit sarà amministratire delegato. «Assieme a noi - ha detto Elkann - con le stesse quote ci sono i gruppi de Agostini e Arnault. Tutti e tre, quindi, avremo il controllo del 51% della società mentre a Courbit rimarrà il 49% e la gestione».
All’incontro della famiglia Agnelli sono intervenuti anche i vertici della Fiat, cioè il presidente Luca di Montezemolo e l’ad Sergio Marchionne, che hanno raggiunto il Centro stile a bordo di una Ferrari 430 rossa con il tricolore sulla fiancata. Al volante del bolide era Marchionne. Ai membri della Sapaz sono stati mostrati i nuovi modelli del gruppo, tra cui la Fiat 500 Abarth, le Alfa Romeo MiTo e 8C Spider, nonché la Lancia Delta, prossima al debutto.