Primo esame per l’argentino Domingo

Nicolas Domingo, centrocampista argentino 23enne del River Plate, è atteso nel ritiro di Neustift. Il Genoa lo ha preso in prestito con diritto di riscatto per un milione e ottocentomila euro. Ieri visite mediche al Baluardo e poi viaggio per l’Austria. Alto 1.74, Domingo ha avuto problemi fisici in passato, ma è un giocatore tecnicamente molto quotato. Sarà Gasperini a valutare se tenerlo, oppure girarlo a qualche altra squadra. Intanto prima Rino Foschi e poi Fabrizio Preziosi, hanno fatto il punto di mercato. Entrambi hanno smentito l’offerta del Genoa alla Fiorentina di 10 milioni per Pazzini e anche Domizzi appare più distante. Oltre a Dainelli torna d’attualità il nome di Basa, mentre per il greco Sokratis Papastathoupolos l’Aek Atene darà una risposta entro stasera, così assicura l’emissario italiano che sta seguendo da vicino la trattativa per il ventenne difensore capitano dell’under 21 ellenica il cui prezzo è tornato a salire proprio nel momento in cui il Genoa stava per chiudere. Intanto la società ha ufficializzato l’arrivo del difensore Mariano Stendardo che arriva svincolato dal fallimento del Messina e del danese Troest che però va al Parma. Anche Stendardo molto probabilmente verrà ceduto in serie B. Intanto per oggi alle 17 è prevista l’amichevole con il Rodengo Saiano, formazione che milita in C2. Ci sarà ancora Ruben Olivera, ormai già beniamino dei tifosi al centro dell’attacco. Dopo lo show con lo Stubai, l’uruguayano ci riprova anche perché Lucho Figueroa non è ancora definitivamente recuperato dai problemi all’inguine e quindi difficilmente sarà della partita.