Dal primo film incassi per 469 milioni E ora nelle sale di tutto il mondo arriva il nuovo «Lego Batman»

A prima vista era sembrato un azzardo: lanciare sui circuiti cinematografici mondiali un film interamente basato su ambienti e personaggi del mondo Lego. E invece la scommessa si è rivelata vincente. The Lego Movie, apologo politicamente corretto sulla vita e l'amicizia, uscito nelle sale nel febbraio del 2014, ha portato ai produttori della Warner Bros e al gruppo di giocattoli danese la bellezza di 469 milioni di dollari. Il tutto senza contare le ricadute positive, in termini di immagine e di nuovi prodotti che la pellicola ha portato con sé. Il kolossal animato (a dare le voci ai personaggi della versione inglese sono state chiamate star come Liam Neeson e Morgan Freeman) è stato considerato un colpo da maestro per rafforzare la comunità degli appassionati dei mattoncini («100 minuti di pubblicità, per cui i clienti hanno pure pagato», ha commentato una rivista).

Il successo è stato tale che i due grandi gruppi dell'entertainment mondiale hanno ora deciso di riprovarci: tra un paio di settimane, esattamente il 9 febbraio, nei cinema di mezzo mondo esce quello che potrebbe diventare un altro blockbuster: il Lego Batman movie, basato sull'eterna lotta tra Batman e l'arcinemico Joker e sui mattoncini della Lego.

Le due pellicole sono il culmine di una aggressiva strategia che ha visto la Lego associarsi a grandi gruppi media e società di produzione per creare un portafoglio assortito di videogiochi e programmi tv. E anche in questo caso per le voci sono state mobilitati personaggi di primo piano come Mariah Carey, Ralph Fiennes e Rosario Dawson. In Italia a doppiare i protagonisti saranno tra l'altro Claudio Santamaria e Geppi Cucciari.