Dal primo giugno la stangata sulle visite di guardia medica

Solo per i turisti ticket di 25 euro sulle chiamate domiciliari effettuate in tutta la Liguria

Venticinque euro per le visite domiciliari della guardia medica: è la cifra che dovranno pagare i turisti che soggiorneranno in Liguria, qualora abbiano bisogno di assistenza sanitaria. La decisione di far pagare il servizio di guardia medica che per i liguri è gratuito, è stata assunta in contemporanea da tutte le Asl della Liguria. Il ricavato verrà destinato per la metà al medico stesso e per l’altra metà al miglioramento del servizio sanitario come stabilito dall’accordo integrativo regionale siglato dai medici di medicina generale. Il provvedimento scatterà a partire dal primo giugno, proseguirà per tutta l’estate, ed è stato deciso per la prima volta da tutte le Asl insieme, mentre negli anni passati una decisione simile era stata assunta soltanto dalla Asl della Spezia. La decisione è stata criticata da molti come un’ulteriore balzello sui turisti che potrebbero, in questo modo, anche decidere di trascorrere altrove le proprie vacanze, magari scegliendo zone più accoglienti e meno esose nei confronti dei non residenti.
Non solo per i turisti ma per tutti i cittadini sono invece le disposizioni relative alla tessera sanitaria. Infatti, a partire dal 1° aprile la Asl2 savonese ha dato disposizione ai farmacisti di richiedere ai pazienti che acquistano medicinali con ricetta medica anche la tessera sanitaria. La team (così il nome della tessera europea di assicurazione malattia) è già stata in moti casi inviata a casa a tutti i cittadini, per posta, da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze. «Coloro che non l’avessero ancora ricevuta - spiegano alla Asl2 savonese-, dovranno rivolgersi ai competenti uffici Anagrafe sanitaria dell’Asl con i seguenti documenti: tesserino del codice fiscale, carta d’identità valida, libretto di iscrizione al servizio sanitario nazionale. Tali uffici, verificata la corrispondenza di tutti i dati identificativi inoltreranno la richiesta al ministero che successivamente provvederà all’invio del documento, con un tempo di attesa di circa un mese».
La tessera non può essere in alcun modo rilasciata direttamente dalla Asl, ma soltanto dal ministero dell’Economia e delle Finanze. Ma chi la tessera l’ha persa o ha dimenticato dove la conserva i tempi non si prospettano facili. In caso di smarrimento va richiesto comunque un duplicato: infatti la Asl 2 fa sapere che durante un primo periodo sperimentale della procedura e soltanto per chi non ha ancora ricevuto la team le farmacie possono accettare le ricette purché sulle stesse sia stato regolarmente apposto il codice fiscale. Gli uffici della Asl 2 dove si può fare richiesta della team sono quello di Savona (via Collodi 13), di Albenga (via PIave 31), di Carcare (via del collegio 18) e di Finale Ligure (via della Pineta 6). L’orario che osservano gli uffici è dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 16. Eccetto quello di Savona che al pomeriggio è aperto dalle 14.30 alle 16.30.