Il primo nero con vere chances

Se Hillary Clinton è vista come una figura che divide - amata o odiata - Barack Obama punta sulla sua capacità di dialogare con tutti. «Dobbiamo tornare a essere gli Stati Uniti - ripete ai comizi -, basta con le divisioni». Il senatore nero dell’Illinois, 46 anni, sarebbe il primo presidente di colore degli Stati Uniti. Si è opposto alla guerra in Irak e vorrebbe tagliare le tasse ai lavoratori dipendenti e ai pensionati, ma tornare ad alzarle per chi guadagna più di 250mila dollari (170mila euro) all’anno. Figlio di un immigrato dal Kenya, Obama è sicuramente l’outsider con maggiori possibilità tra tutti i candidati alle primarie. I sondaggi sono per lui incoraggianti nell’Iowa e nel New Hampshire, meno negli Stati dove si voterà più avanti.