Primo no a Vieri: arriva dal Real

Gian Piero Scevola

Christian Vieri non ha fatto una piega: dalla sua vacanza dorata, tra sole, feste e belle donne, il fatto di aver chiuso con l’Inter dopo sei anni è già passato remoto. Entro una settimana Vieri deciderà dove andare, perché sarà proprio Bobo a scegliersi la squadra. La prima scelta è il Milan (e ieri sera sembra ci sia stato un contatto telefonico con Galliani, pure lui in Sardegna), poi arrivano tutte le altre con Fiorentina e Tottenham un passo avanti. È confermato che Vieri ha anche bussato alla porta della Juventus, ricevendo da Moggi un cortese: no, grazie, non ci interessi. Così come ha bussato, tramite l’amico del cuore Ronaldo, a quella del Real Madrid. In questo caso è stato il presidente Florentino Perez a rispedire le avances al mittente: in casa Real non è più tempo di acquistare le figurine, Sacchi vuole una squadra concreta che vinca la Champions e solo così si spiega l’acquisto di due «grintosi operai» come gli uruguagi Diogo (dal River Plate) e Pablo Garcia (dall’Osasuna). Non c’è posto per Vieri al Real, ci sarebbe all’Atletico Madrid o anche al Siviglia, new entry tra i pretendenti insieme a Olympiakos, Cska Mosca e Galatasaray.
Intanto Marco Branca ha fatto un buon lavoro a Madrid e con i dirigenti delle merengues si rivedrà domani. L’accordo per Solari è già stato trovato e manca poco a quello con Samuel. Con un cambiamento di strategia perché se fino a qualche giorno fa l’ex giallorosso avrebbe vestito il nerazzurro come un prestito del Real, con diritto di riscatto nella prossima stagione, ora sembra proprio che l’Inter abbia deciso di investire 15 milioni per comprarlo. Milioni che sono stati reperiti in questo modo: 4 risparmiati dall’oneroso contratto di Vieri, 4 in arrivo col trasferimento di Van der Meyde al Monaco, altri 7 con il cambio di maglia dei vari Emre, Coco e Karagounis. Fanno 15 milioni tondi, quelli che servono per Samuel. Quanto a Makinwa, fortemente chiesto da Martins, tutto dipende dalla partenza o meno di Cruz. Domani tocca anche a Gilardino e il suo arrivo al Milan, dopo che il Parma ha abbassato a 30 milioni il prezzo, è imminente. Intanto è tornato in Italia Nicola Ventola, dal Crystal Palace all’Atalanta dove già era stato nel 2000/01. La Fiorentina ha chiesto Toni (e Zaccardo) al Palermo: in cambio offre 9 milioni.