«Primo senza Fisichella»

nostro inviato a Sakhir
È quel suo modo di fare che ti fa pensare sia un campione. Prima gara con la Ferrari e subito in prima fila come nell’84 in Brasile con Alboreto, 2° all’esordio con la Rossa. Massa non si scompone: «Sono contento, ma anche dispiaciuto perché devo ringraziare Fisichella se non sono in pole, mi ha rallentato». Fra Schumi e Felipe ci sono infatti solo 47 millesimi. «Sono orgoglioso di me e del team, fin dal primo test ho capito che quest’anno avrei potuto dimostrare quanto valgo. Il duello con Michael è stato bellissimo e spero ci saranno altre occasioni. Mi aspettavo di essere competitivo, lo sono sempre stato in tutta la mia carriera. Se sarò libero di lottare con Michael? Non sarà una gara facile per entrambi, cercheremo di dare il nostro meglio. Se ero agitato? No». E fuori lo attendono la fidanzata Rafaela, la mamma Ana e papà Luiz Antonio. Rafaela conferma: «Sì, Felipe l’altra sera era tranquillissimo. Non posso dirvi che mi aspettavo la prima fila, ma Felipe sa come fare, ha sempre dovuto lottare». Mamma: «Io invece sapevo che avrebbe centrato la prima fila, lo sentivo». «Io no», ribatte papà, «però mio figlio, sotto pressione, dà sempre il meglio di sé».