Primo trimestre positivo ma l’esercizio sarà in calo

A settembre utile netto di 390 milioni (più 6%)

Milano. Per l’esercizio 2007-2008 Mediobanca si attende risultati in calo rispetto al 2006-2007, ma comunque superiori ai target fissati nel piano. «Le difficoltà di mercato e i costi connessi allo sviluppo dell’attività bancaria potrebbero determinare per il bilancio corrente risultati inferiori a quelli dello scorso anno, ma comunque superiori agli obiettivi di piano», si legge nel capitolo della relazione trimestrale al 30 settembre 2007 dedicato al prevedibile andamento della gestione.
Tale stima era già stata anticipata in sede di presentazione dei risultati dello scorso esercizio ed è stata confermata ieri. Mediobanca ha chiuso il primo trimestre 2007-2008 con un utile netto di 390 milioni, in crescita del 6% rispetto a un anno prima. Il dato sconta, peraltro, minori utili su cessioni di titoli disponibili per la vendita, che quest’anno sono stati di 104,3 milioni contro i 154,9 milioni del primo trimestre dell’esercizio scorso, spiega un comunicato.
Il risultato della gestione ordinaria è salito del 28,5% a 429,1 milioni grazie al buon andamento dei ricavi (più 26,2%); il margine d’interesse è salito del 16,5% a 184,2 milioni, le commissioni sono in calo del 13,7% a 99,3 milioni a causa del quadro instabile dei mercati finanziari.