Il principe (della Chiesa) e la principessa (scrittrice)

L’uscita del libro è prevista dopo l’estate, il titolo (quasi) definitivo è La verità chiede di essere proclamata, l’autrice è notissima alle cronache ed è spesso invitata nei migliori salotti televisivi; l’intervistato, invece, è un porporato piuttosto schivo che ha scelto per la prima volta di confidarsi parlando della sua vita e della situazione della Chiesa. Sarà Rizzoli a mandare in libreria la nuova fatica di Alessandra Borghese (nella foto), la principessa romana che alcuni anni fa ha riscoperto la fede cattolica e non si vergogna di raccontarlo. Donna Alessandra, saggista e vaticanista, estimatrice da tempi non sospetti di Joseph Ratzinger e impegnata nel volontariato come barelliera a Lourdes, è stata scelta come interlocutrice da un principe della Chiesa, il cardinale Carlo Caffarra, arcivescovo di Bologna. Il prelato originario di Busseto (come Giuseppe Verdi), esperto di bioetica e morale, ha raccolto l’eredità del cardinal Biffi e ha voluto dialogare con la principessa.
Caffarra racconta la sua passione per la musica, la sua infanzia, la sua missione di pastore, i suoi dialoghi con i giovani. E rivela di sentirsi disarmato e quasi incapace di dare una risposta a chi gli dice di non sentire alcun bisogno di Dio. Scritto in modo semplice e diretto, il libro affronta la situazione della Chiesa, della liturgia, della comunicazione della fede, del dialogo con il mondo contemporaneo. In autunno inoltrato si prevede anche l’uscita per Mondadori di un volume del cardinale Camillo Ruini, già presidente della Cei e Vicario del Papa per la diocesi di Roma, protagonista indiscusso della vita della Chiesa italiana dell’ultimo trentennio. Dialogherà con il «laico» Ernesto Galli Della Loggia, politologo ed editorialista del Corriere della Sera.