Il principe Harry nel mirino di Al Qaida

Londra. Il principe Harry sarebbe nel mirino di una cellula di Al Qaida e il dispositivo di sicurezza che lo accompagna è stato portato ai massimi livelli, uguali a quello che circonda la regina Elisabetta. A rivelarlo è il News of The World. Il livello della minaccia è considerato tale, scrive il domenicale, che la scorta del 23enne principe - sempre non meno di quattro persone - non solo lo segue ovunque, come ha sempre fatto, ma da qualche tempo fa ispezioni preventive in tutti i luoghi, pubblici e privati, dove Harry decide di andare. A causa della minaccia le serate del principino e di suo fratello William nei loro locali preferiti di Londra verranno «limitate». Nelle ultime settimane - ha rivelato una fonte dei servizi di sicurezza al giornale - ci sono giunte precise informazioni su una minaccia contro il principe. Naturalmente, visto il ruolo del principe come ufficiale dell’esercito in servizio, già impegnato in Afghanistan, ciò viene preso molto seriamente. Vengono prese tutte le precauzioni.