Il principe olimpico: «Rocca non fallirà»

Emanuele Filiberto, ultimo rampollo di Casa Savoia, dà il benvenuto alle Olimpiadi nella sua città. «Orgoglioso, sono straordinariamente orgoglioso. Torino, la culla dei miei avi, avrà gli occhi del mondo puntati addosso». Poi parla del suo tifo per Giorgio Rocca, delle ferie prese pur di non mancare all’evento, durante il quale i suoi genitori festeggeranno il compleanno lo stesso giorno, il 12 febbraio. La famiglia reale si riunirà così a Torino in piena Olimpiade. «Il regalo più bello che ho ricevuto? L’onore di fare il tedoforo e di portare la fiaccola nella reggia di Venaria». E sul futuro: «La mia città è cambiata grazie ai Giochi e ora confido anche nell’Alta velocità».