Principe, una stazione tra caos e disservizi

Tabelloni illegibili, televisioni guaste, scarsa sicurezza, grossi problemi per l’accessibilità ad anziani e disabili. La nostra inchiesta arriva alla stazione di Piazza Principe, una delle due principali della città di Genova, è anche una delle più problematiche a livello regionale. Certo se la qualità di una stazione ferroviaria si valutasse solo tenendo conto del numero di teleschermi piazzati per bombardare di spot pubblicitari i viaggiatori, quella di Principe sarebbe senza alcun dubbio una delle migliori in Italia.
E' un vero peccato, però, che per i passeggeri dei treni siano ben altri i criteri fondamentali per valutare il grado di accessibilità ed efficienza di uno scalo ferroviario. E che - proliferazione dei teleschermi a parte - per la maggioranza degli altri servizi offerti lo snodo ferroviario di Principe faccia acqua da tutte le parti.
Il caso degli schermi al plasma è davvero emblematico. In entrambi i sottopassaggi e sui marciapiedi di tutti i binari, compresi quelli della stazione Sotterranea, negli ultimi tempi ne sono infatti comparsi cinquantatre: tutti di marca, tutti modernissimi. E tutti funzionanti, ovviamente: al contrario dell'unico (...)