La principessa morta per cause naturali

È stata l’autopsia a mettere fine ai dubbi su un possibile suicidio

Nessun intrigo o giallo di fine estate per la morte della principessa Georgiana Maria Orsini, 26 anni, la più grande tra i quattro figli di don Raimondo e della principessa Kethevane Bagration, di origine russa, ambasciatrice di Georgia presso la Santa Sede. A porre la parola fine all’inchiesta aperta dalla magistratura sono i risultati dell’autopsia che hanno stabilito che Georgiana è morta per cause naturali. Un problema cardiaco inaspettato in una ragazza che apparentemente non soffriva di alcun problema di salute. Il Pm Adelchi D’Ippolito, titolare degli accertamenti, ha già firmato il nullaosta per la restituzione della salma alla famiglia che così potrà celebrare i funerali della giovane principessa. La nobile era stata trovata morta venerdì scorso in via Liguria nell’appartamento che divideva con la nonna. Sul corpo nessun segno di violenza. Georgiana Maria era stata trovata sul pavimento in camera da letto. La morte, per il medico legale, è sopraggiunta tra le 11 di giovedì sera e l’alba di venerdì.