Una priorità del programma

Era stato uno dei punti più importanti in campagna elettorale. E Roberto Zucchetti, della Cdl, eletto al primo turno il 28 maggio scorso, è stato ai patti. Proprio puntando sulla campagna per la legalità e promettendo «tolleranza zero» verso gli insediamenti nomadi abusivi, Zucchetti aveva stravinto con il 61,3 per cento dei voti e «sfrattato» l’ex primo cittadino del centrosinistra, Paola Pessina, fautrice di un villaggio per i rom alle porte di Rho.