La priorità di Vendola

Nichi Vendola, il candidato bertinottiano alla segreteria di Rifondazione, ha perso la sfida contro Ferrero ma non il buonumore: «Ho costruito la sconfitta più bella della mia vita, Ferrero la vittoria più brutta della sua carriera». Si consola con poco, insomma. Ma soprattutto, il governatore pugliese ha le idee chiare sul futuro e ha fissato le priorità dopo questa bruciante bocciatura: «Nella mia tabella di marcia sono imminenti le vacanze». Intuizione geniale... Peccato che non sia l’unico italiano a pensarla così a fine luglio. «Fermarsi è un dovere, oltre che un diritto» ha aggiunto. L’ideale per costruire una vittoria in futuro. Bella o brutta poco importa perché chi vince ha sempre ragione. O no?