«Privatizzare? Nei Comuni si fa esattamente il contrario»

Nel settore terziario in Italia «sono diffuse rendite monopolistiche che mantengono alti i prezzi, ostacolano l’innovazione, deprimono la competitività del sistema». Draghi si riferisce alla produzione e alla distribuzione dei servizi di pubblica utilità (gas, acqua, energia, eccetera). La liberalizzazione di questi mercati non ha progredito; la gestione delle reti, l’ampliamento dei fornitori «sono problemi largamente irrisolti». Nei servizi pubblici locali la privatizzazione «ha fatto pochi passi avanti», e la liberalizzazione «manca quasi del tutto». Le amministrazioni locali detengono ancora il controllo delle municipalizzate, e in certi casi tendono persino ad «ampliare la gamma dei servizi offerti, innescando fenomeni di pubblicizzazione». Che Draghi pensi a Province che si comprano autostrade?