«Un privilegio essere qui»

Diciannove anni e l’aria svagata come quella di tanti adolescenti italiani, Khuschyn Astamirov è arrivato da noi da pochi giorni. Complice una sua giovane amica che ci fa da interprete, veniamo a sapere che questo ragazzo di Grozny (Cecenia) è la prima volta che mette il naso fuori dal suo Paese, se si esclude un viaggio di studio a Mosca. «Sono felice di essere qui: abbiamo ricevuto la possibilità, grazie a una borsa di studio, di studiare in Italia e visitare il vostro Paese per tre anni: sono consapevole che è un grande privilegio e anche se non ho ancora imparato una parola della vostra lingua, apprezzo l’Italia». Khuschyn, studente di informatica, ha un amico che ha appena concluso un periodo di stage presso una nota griffe milanese di alta moda: «Sono certo che anche per me sarà una bella esperienza conoscere l’Occidente».