La Pro Recco perde con il Brescia ma conquista lo stesso la finale

La Pro Recco perde 6-8 con la Leonessa Brescia, ma in virtù del risultato dell'andata, si qualifica per la Final Four dell'Euroleague. E sarà proprio il club ligure ad organizzare a Milano la più importante manifestazione per club europea. Partenza gagliarda della Leonessa, che mostra già dalla primissime battute gli artigli: le avvisaglie dai pali e traversa scheggiati da Rath e Barac, poi il campione del Mondo porta, a 2'53", in vantaggio il Brescia. Poco più di un minuto ed in superiorità Magalotti, la classica rete dell'ex, raddoppia. Non è certamente la Pro Recco di sabato scorso quella in vasca: abbastanza deconcentrata, statica in difesa, lenta nelle ripartenze, non trova sbocchi sotto la rete difesa da Pastorino, savonese numero 1 bresciano, che, nella prima frazione ha anche sciorinato un paio di interventi spettacolo. Seconda frazione movimentata: accorcia il Recco con Sandrone Calcaterra, ma Vittorioso riporta a +2 i lombardi. Quindi è Kasas, che sale con «l'ascensore» a raccogliere un assist di Felugo e trafigge Pastorino. Ma qualche cosa non funziona nella difesa dei biancocelesti di Porzio: è infatti ancora Rath a riportare avanti di due lunghezze gli ospiti. Ma le emozioni non finiscono qui: è ancora l'ex nazionale Rath ad andare a segno, imitato allo scadere del tempo dal mancino biancoceleste Madaras. A metà gara il punteggio è fissato sul 3-5. E Recco, grazie al risultato dell'andata, 12-9, sarebbe qualificato. La terza frazione è caratterizzata da una serie di svarioni da una parte e dall'altra: grazie anche ai due portieri, potrebbe concludersi a reti inviolate, ma la prodezza di Felugo a 14" dalla sirena, porta il Recco a -1. La quarta frazione vede la Pro subire dopo una manciata di secondi prima la rete di Foresti, poi quella di Vittorioso. L'ombra dei supplementari si affaccia al Boschetto di Camogli: ma in rapida successione il fenomeno Vujasinovic infila Pastorino con una doppietta che sembra chiudere la porta della Final Four ai bresciani. Sale la tensione: Rath va a segno su rigore, il Brescia ci crede ha 27" a disposizione per agguantare i supplementari. Ma ogni fatica è sprecata: passa in finale la Pro Recco.