Pro Recco regina della pallanuoto in un campionato a corto di piscine

Sono senza impianto i biancocelesti, il Sori, il Nervi e il Savona Si parte sabato prossimo alle 19.30

Parte all'insegna della Pro Recco il campionato di pallanuoto numero 89. Parte con l'ennesima ma finalmente comprensibile formula: girone all'italiana, con partite di andata e ritorno, play off e play out. Si parte il 20 ottobre (tutte le gare si giocheranno al sabato alle 19.30), si chiude il 4 giugno con l'eventuale gara cinque della finale scudetto. Ma si parte senza suspance: tutto è dominato dai campioni d'Italia in carica. La squadra è fantastica, la campagna acquisti faraonica (tanto da dover dirottare a Sori elementi di spicco como Jokic), i risultati scontati. L'unico interesse sarà dunque scoprire chi accederà al Len Trophy? Pare di sì, anche se ,assurdità difficile da comprendere, la super squadra biancoceleste è senza vasca, e giocherà sotto il pallone pressostatico. In attesa che Sori finisca i lavori alla nuova vasca coperta. Ecco le incongruenze della pallanuoto. Ecco le Liguri in vasca.
PRO RECCO. Sarà impegnata su tre fronti: Euroleague, Campionato e Coppa Italia. E di tutte le competizioni ne detiene il titolo. Come la scorsa stagione ha tenuto banco nella campagna acquisti. Ha «strappato» Vanja Udivici al Posillipo, l'eterno rivale, ottenendo il duplice scopo di indebolire l'avversario e rafforzarsi. Anche se, il serbo, in attesa di essere naturalizzato, potrà giocare solo in Euroleague. Ritorna in biancoceleste anche Tibor Benedek, fortissimo mancino ungherese con passaporto italiano, che prenderà il posto di Leo Sottani, andato a Cremona. E da Cremona però rientra Alex Giorgetti, non più speranza ma certezza della pallanuoto italiana. Ma il colpo della Pro è stato quello di non aver perso Sandrone Calcaterra, capitano della nazionale, e centroboa di «peso» per l'attacco recchese, in prestito da due stagioni dal Chiavari. Il problema è stato risolto personalmente da Gabriele Volpi, il presidentissimo del rilancio biancocelste, che in cambio del forte centrale, ha lasciato in prestito ai verdeblu Gennaro, Schiaffino, Ferreccio, Paganoni e Casazza, giovanissime speranze del vivaio di Punta S'Anna. Le ambizioni? Ripetere senza dubbio il grande slam, con l'aggiunta delle super coppa europea in programma a novembre nella lontana Kazan (Russia). Questa la rosa agli ordini del riconfermatissimo Giuseppe Porzio. Portieri: Tempesti e Washburn. Difensori: Udovicic, Vujasinovic, Mangiante, G.Fiorentini e Giacoppo. Attaccanti: Felugo, Kasas, Madaras, Giorgetti, Benedek, Angelini. Centro boa: Calcaterra, Deserti.
RN SAVONA. Riconquista uno sponsor storico, la Del Monte che sarà abbinata alla ormai storica Carisa. Ma la vergogna per il club bianco rosso resta l'impianto. Che a tutti gli effetti è il risultato della «non politica» delle amministrazioni savonesi in fatto di sport. In Corso Colombo al posto della vecchhia Olimpica c'è oggi un grande buco. Si parla di chiusura dei lavori nel 2010 (anche se il cartellone ormai sbiadito dal tempo segnala un fantastico 2008). Così sarà ancora Albissola (Luceto) ad ospitare le gesta dei biancorossi, che per forza di cose sono ancora in «letargo». Non si possono nutrire ambizioni senza aver una vasca adeguata. Quest'anno Claudio Mistrangelo, professore in filosofia, perde due pedine che hanno scritto la storia del club savonese: Vicevic, che ha chiuso a 39 anni la carriera, e capitan Bovo (un anno in meno) che si decicherà ad allenare le giovanili. Va via anche Jokic, il montenegrino in prestito dalla Pro Recco, ma arriva Felipe Perrone, fortissimo attaccante dal Barceloneta. Questa la rosa agli ordini di Mistrangelo. Portieri: gerini e Conti. Difensori: D.Fiorentini, Santamaria, Tommaso e Nicolò Morena. Attaccanti: Pesenti, F.Mistrangelo, Varellas. Centro boa: Aicardi e Onofrietti.
RN BOGLIASCO. La società presieduta da Claudio Gavazzi non ha ancora risolto alcuni problemi senza dubbio importanti. Samuele Aavallone e Nicolò Patrone, che avevano manifestato il desiderio di lasciare il club biancoazzurro, non si stanno allenando né si sono presentati alla convocazione ufficiale. Per loro si profila all'orizzonte un brutto stop ( soprattutto ai fini della nazionale), mentre per il club allenato da questa stagione da Massimo De Crescenzo è senza dubbio una brutta tegolata. Unici innesti di rilievo è il rientro in Liguria di Cesare Vio, che difenderà la porta della Rari al posto di Tommaso Negri emigrato al Posillipo, insieme a Gambacorta, e l'arrivo dalla Pro Recco di Daniele Bettini. In vasca ancora Victor Jelenic, che a 37 anni guiderà l'attacco biancoceleste. Obiettivo la salvezza, sperando di non conquistarla all'ultima partita. Questa la rosa della RN Bogliasco. Portieri: Vio e Foroni. Difensori: Bettini, Mannai, Capello, Congiu. Attaccanti: Boero, Gak, Popovic, Avallone, Alessandro e Roman Di Somma, Elefante. Centro boa: Basic e Jelenic.
SS NERVI. Senza colpi eclatanti la campagna acquisti del Nervi. Oggi la società presieduta da Giorgio Alberti, che è anche presidente della Lega, sta puntando decisamente sull'immagine. «Anche se resta difficile trovare per l'unica squadra genovese uno sponsor disposto ad affiancarci» commenta amaro il presidente bluarancio. Essenziale la campagna acquisti: arriva Tamas Marcs, centro ungherese dalla probata esperienza, il romeno Busila dal Chiavari e il brasiliano Henriques dal Cremona. Obiettivo della Sportiva è opiazzarsi fra il quinto e l'ottavo posto. Questa la rosa agli ordini del confermato Goran Radjenovic. Portieri: Mina e De Nevi. Difensori: Ottazzi, Busila, Kunac. Attaccanti: Cotella, Temellini, Henriques, Astarita e Mammarella. Centroboa: Franza, M.Lapenna, Celia e Marcz.
RN SORI. Affronta la serie A1 dopo diciott'anni. Ma anche il Sori è senza piscina: il nuovo impianto in costruzione dal 1995 potrebbe essere ultimato per gennaio. Per adesso si emigra a Recco sotto il pallone. La società granata, dopo una sorte di «gemellaggio» con i vicini rechelini, ha avuto in prestito alcuni giocatori di spicco, come Jokic, Figlioli, i fratelli Caliogna, Presciutti e Sadovyy. Ma soprattutto arriva in panchina Viorel Rus, tecnico romeno che ha segnato la storia del Chiavari negli ultimi anni. Fuor di dubbio che l'obiettivo sarà la salvezza. Questa la rosa del Sori: Portieri:Dinu e Gallone. Difensori: Jokic, Zanetic e Trebino Attaccanti: Guidaldi, Alessandro ed Edoardo Caliogna, Figlioli e Presciutti. Centroboa: F.Lapenna e Sadovyy.
CHIAVARI NUOTO. Senza dubbio è la ligure che rischia di più. Problemi societari e di sponsor ne hanno limitato l'operatività durante l'estate. Attualmente non ha stranieri, solo giovanissimi. La salvezza sarebbe veramente un grosso risultato per il neo presidente Ghio. La rosa agli ordini del nuovo tecnico, Diego Casagrande Portieri:Vannacci, Gennaro, Governari. Difensori: Schiaffino, Botto, Barreca.Attaccanti: Sacco, Westermann, Ungaro, Luongo, Paganoni, Casazza, Cichero, Ferreccio, Casagrande.