Pro Recco in Russia per l’Euroleague

Questa mattina alle 9 decollerà dal Cristoforo Colombo il charter che porta la Pro Recco a Volgograd in Russia. Motivo la gara di ritorno con lo Spartak, squadra locale, già battuta a Sori il 13 dicembre per 15-7. La situazione di classifica del Gruppo A impone assolutamente la vittoria al team diretto da Pino Porzio. «La posta in palio è importante - ha commentato il tecnico napoletano - ma va anche sottolineato come la nostra squadra sia abituata agli appuntamenti importanti. Gli stimoli ci sono per proseguire il cammino in Euroleague». Mercoledì nell'anticipo con il Sori (vinto 12-10) la Pro non ha brillato. «In effetti abbiamo prodotto tanto ma anche sbagliato tanto - chiosa Porzio - ma forse i ragazzi avevano già la testa in Russia. Qualche sbavatura di troppo ci sta, abbiamo lavorato molto intensamente in questi giorni. Dobbiamo prestare anche più attenzione: con il Sori abbiamo preso troppe reti».
Con il Volgograd la parola d'ordine è dunque vincere: la situazione di classifica del resto l'impone. Il Gruppo A del girone degli ottavi di finale vede al primo posto lo Jug Dubrovnik con 7 punti, quindi Recco e Volgograd con 6 ed all'ultimo posto lo Shturm Cehov con 4. Domani i croati affrontano in casa il fanalino di coda del mini-girone. Sarà una battaglia. Perché se i russi perdono sono fuori. La formazione di Porzio deve evitare di restare invischiata in una bagarre che solo nell'ultimo turno si potrà dirimere. Ma il 21 marzo a Sori arriva lo Jug: e non sarà una passeggiata.
Domani, intanto, il campionato va avanti: il Savona reduce dalla scoppola di Napoli nel recupero della V giornata (perso 10-6 col Posillipo) va a Civitavecchia, il Nervi ospita la Lazio, mentre a Bogliasco si gioca questa sera con la diretta su Rai Più (ore 21) il big match salvezza fra i locali ed il Latina. E ci sarà da divertirsi.