Il problema è italiano. Ed è l’invidia

Caro Massimiliano, io vado via dall'Italia perché esistono politici invidiosi come Fini, e resto invece perché credo che la partitocrazia sia arrivata al suo ultimo respiro.
E a tal proposito:
L'invidia può provocare uno stato di profonda prostrazione: in taluni casi, l'invidioso può assumere comportamenti molto aggressivi, e il tentativo di sminuire l'invidiato può raggiungere toni esasperati, arrivando ad umiliare in pubblico l'invidiato di turno umiliandosi esso stesso pur di raggiungere lo scopo, ovvero... il pubblico disprezzo e la pubblica derisione, come a dire: «io sto male per colpa tua, perché tu metti in luce la mia inferiorità; allora devo assolutamente evidenziare le tue mancanze, i tuoi difetti, facendoti sentire ridicolo: farò in modo che anche tu soffra».
Queste parole, riassumono perfattamente i sentimenti odierni di Fini nei confronti di Berlusconi.
Si direbbe che Russell ci abbia azzeccato.
Non si spiegherebbero altrimenti questi comportamenti:
Perché Fini vuole mantenere la carica di Presidente della Camera dei deputati?
Che motivo avrebbe Fini di fare da stampella a un esecutivo diverso da quello che lo ha eletto?
Perché Fini ha praticato una politica di logoramento nei confronti di Berlusconi?
Perché Fini si è voluto intruppare in quell'armata brancaleone di Anti-Berlusconiani di professione dai nomi di: Di Pietro, Casini, Vendola, Bersani, Travaglio, Santoro e &?
L’invidia è come una palla di gomma che più la spingi sotto e più torna a galla. (Alberto Moravia)
Povero Gianfri: essere ipocrita, versatile, mutevole di opinioni, per interessi sordidi ed espedienti inconfessabili. Fatuo e vanitoso.
Povero Fini: leader che, per invidia rinnega i suoi valori, dice bugie, e scende a patti con il diavolo.
Nella religione cattolica, l'invidia è uno dei sette vizi capitali o peccati capitali (quelli cioè che prevedono la consapevolezza del desiderio di nuocere ad altri e generano altro male).
Nel Purgatorio, Dante pone gli invidiosi sulla sesta cornice. Qui, i peccatori sono seduti, gli occhi cuciti con del fil di ferro per punirli di aver gioito nel vedere le disgrazie altrui.
In Italia, invece c’è chi vorrebbe farlo diventare Presidente della Repubblica.
Ma fatemi il piacere. Cucitegli la bocca e gli occhi... che un posto nel purgatorio, Lui e la sua truppa, sicuramente lo hanno già meritato.