Problemi informatici? Ve li risolve il pc umano

Si aggira per la città completamente vestito di nero e non lo fa certamente per passare inosservato. Trascorre buona parte della sua giornata dividendosi tra un paio di fermate della metropolitana, sempre le stesse, le maggiori piazze e i principali monumenti capitolini, ma non è un turista sbadato che ha smarrito la sua comitiva. In fondo basta guardarlo di sfuggita per capire che ha qualcosa fuori dal comune. E chiedersi, a ragion veduta, perché mai tenga in testa un enorme schermo di computer perennemente acceso. Lui è il «pc umano», novello tedoforo del web, che fino a giovedì prossimo 24 aprile andrà a spasso per Roma offrendosi di aiutare i passanti nelle loro affannose ricerche telematiche.
L’idea di dare forma a questo surrogato viaggiante della rete o, più prosaicamente, di creare un internet point in carne e ossa, è venuta ai gestori di Kijiji.it, sito leader in fatto di annunci gratuiti, che ha già superato l’invidiabile quota dei due milioni di utenti unici al mese. Kijiji, oltre al trionfo di puntini nella sua grafia, è una parola che in linguaggio swahili significa «villaggio» e che del sito riprende la peculiarità: quella di fare di internet un punto di raccordo, favorendo la dimensione locale e l’incontro fisico nella compravendita di beni e servizi.
Un deciso passo in avanti rispetto al meccanismo di eBay, del cui network Kijiji fa parte, una specie di Porta Portese virtuale. A cui ora, almeno per qualche giorno, sono spuntate gambe e braccia, che gli consentono di andare incontro a chi non ne conosce l’esistenza o le molteplici sfaccettature.
Via del Corso e Campo dei Fiori, le fermate Spagna, Colosseo e Termini delle linee A e B della metropolitana, ma anche via Cola di Rienzo a cavallo dell’ora di pranzo, sono i punti in cui farà tappa il personal computer umano. Sarà possibile scambiare due chiacchiere (sic!) o, tramite una tastiera senza fili, visitare tutte le sezioni di Kijiji, navigando alla ricerca di un cane o un posto letto, un lavoro o un corso di vela, una brasiliana per imparare la lingua o un batterista per la propria band che suona il rock. Perché l’altro importante elemento che davvero rende unico nel suo genere il sito in questione, è la varietà di servizi veicolati tramite gli annunci. Qualcuno, si spera scherzando, tenta di cedere la propria moglie, il marito o l’immancabile suocera, non necessariamente al migliore offerente; qualcun altro, è il caso ad esempio di Massimiliano, si offre per imbiancarvi la casa e addirittura montare i mobili comprati da Ikea al vostro posto. C’è poi chi, come Domenico, che in cambio di una congrua mancia paga le vostre bollette all’ufficio postale, fa la spesa al supermercato e svolge altri servizi a domicilio, anche se solo nella zona Est della capitale.
Ma navigando tra le pagine le sorprese abbondano: qualcuno prova a rintracciare un amico che non vede da tanto tempo, una nipote chiede una badante per la nonna in difficoltà o un altro utente invoca l’aiuto di un idraulico affidabile. Insomma, se in questi giorni vi capitasse di avere un problema, non è il caso di disperare. Alzate la testa, guardatevi intorno e cercate il pc umano a spasso per Roma. Riconoscerlo non sarà certamente difficile.