Procedura Ue: troppi minispot nel calcio in tv

Bruxelles. La Commissione europea ha avviato una nuova procedura d’infrazione contro l’Italia per mettere fine alla pratica della trasmissione ricorrente di brevissime interruzioni pubblicitarie nel corso di eventi sportivi (i cosiddetti minispot). Secondo le fonti «alle autorità italiane non si chiede di cambiare di nuovo la legge, che è stata già modificata ed ora è in linea con la direttiva europea, ma di garantirne la corretta applicazione, in modo da limitare le interruzioni pubblicitarie e di effettuarle solo quando sono in linea con i principi sanciti dalla direttiva Ue». L’Ue dovrebbe anche mettere fine alla procedura di infrazione avviata nell'ottobre 2003 a causa della «inadeguata trasposizione della direttiva Tv senza frontiere», visto che le ultime comunicazioni del governo italiano hanno permesso di prendere atto e di verificare la portata delle modifiche apportate alla legge che traspone nell'ordinamento italiano la direttiva europea.