La processione di Luxuria

Vladimir Luxuria (nella foto) ha fatto la «sua» processione. È entrato in chiesa, come tanti altri trans e gay che partecipavano al corteo, e ha santificato la festa della Candelora. Siamo a Montevergine, provincia di Avellino. Alla «Candelora day 2009» c’erano più che altro gay, lesbiche, femminielli e transessuali, tutti uniti per rivolgersi alla Madonna nera alla quale hanno chiesto protezione e il diritto alla fede. Un’aspirazione quest’ultima che nessuna chiesa potrà mai negare loro, ma che stride certo non poco con il carattere più profano che sacro della cerimonia che è stata tenuta per la tradizione che affonda le sue radici nel medioevo.