Al processo contro Emilio Riva cittadini ammessi come parte civile

Si è svolta ieri la quarta udienza d'appello del processo contro Emilio Riva e figli per inquinamento ambientale. Il processo di primo grado, iniziato nel 2004, si è concluso nell'ottobre 2006 con la condanna degli imputati a un anno e quattro mesi. La Corte d’Appello ha giudicato in merito all’ammissibilità al processo d’appello delle parti civili ammettendo l’Associazione «Per Cornigliano» ed escludendo, invece, il partito dei Verdi.
«Questa ammissione rappresenta un altro successo per i cittadini di Cornigliano e in particolare per l'Associazione Per Cornigliano - commenta Cristina Pozzi, presidente dell’associazione del quartiere - , che già il giudice Luisa Carta, nel 2005, aveva ammesso come parte civile nel processo di primo grado, riconoscendola “rappresentativa della tutela degli interessi degli abitanti”. Oggi ancora di più il ruolo storico della nostra Associazione, che da molti anni si batte per il risanamento del quartiere, è riconosciuto tale da essere di nuovo confermato come parte attiva anche nel processo d'appello a carico del Gruppo Ilva».
La sentenza è stata fissata per il giorno 19 gennaio 2009, in una sessione straordinaria interamente dedicata al processo Ilva. «Questo ci fa ben sperare - conclude Pozzi - in una sentenza che dia giustizia e dignità alla popolazione di un quartiere che ha tanto ingiustamente sofferto danni ambientali e sanitari sulla propria pelle per tanti anni».