Processo Mediaset, per il Cavaliere reati prescritti fino al '99

Milano - Reati prescritti per Silvio Berlusconi fino al luglio del 1999, nel processo sui presunti fondi neri di Mediaset che vede imputati anche il presidente della società, Fedele Confalonieri, l'avvocato inglese David Mills e una decina di altre persone accusate a vario titolo di appropriazione indebita, falso in bilancio, frode fiscale, ricettazione e riciclaggio. Il presidente della prima sezione del Tribunale di Milano, Edoardo D'Avossa, con un'ordinanza ha decretato il non luogo a procedere, per intervenuta prescrizione, relativamente all'appropriazione indebita (fino al luglio del 1999), al falso in bilancio (fino al 1998), per frode fiscale (fino al 1998), i tre reati contestati a Berlusconi. Restano per Berlusconi i reati di falso in bilancio e frode fiscale per il 1999 e l'appropriazione indebita relativa ad alcuni mesi. Il reato di ricettazione, contestato a Mills e al banchiere Paolo Del Bue, è andato prescritto fino al 1993.