Processo Mills, il Cav in aulaStabilito il nuovo calendarioProbabile sentenza a febbraio

Mills parlerà per non più di due ore in videoconferenza, per motivi di salute. Il processo potrebbe concludersi entro l'11 febbraio, pochi giorni prima della prescrizione

Silvio Berlusconi è atteso per questo pomeriggio in aula a Milano, per assistere al processo Mills, nel quale è imputato. Alle 15 è previsto l'inizio del controesame della difesa dell'avvocato inglese, in videoconferenza da Londra. Mills non si era presentato all'ultima udienza per problemi di salute. Secondo quanto hanno fatto sapere i medici dell'avvocato, la sua testimonianza odierna non potrà superare le due ore. Il medico scelto dal pm Fabio De Pasquale ha ritenuto ragionevole la decisione di Mills di non presenziare all'ultima udienza.

Per evitare la prescrizione, e giungere a una soluzione, il processo dovrà risolversi in nove udienze. Il nuovo calendario è stato fissato oggi, dopo una lettera inviata al collegio dal presidente della Corte d'Appellio, che segnala "l’assoluta inopportunità che l’udienza di sabato 28 gennaio venga celebrata", per la coincidenza con l’inaugurazione dell’anno giudiziario. Le udienze sono quindi state fissate per il 25, 26 e il 31 gennaio e per il 3, 4, 6, 9 e 11 febbraio. Possibili alcuni ulteriori variazioni, se difesa e accusa lo riterranno necessario. La sentenza del processo di primo grado potrebbe arrivare il prossimo 11 febbraio. Due giorni prima il pm Fabio De Pasquale terrà la requisitoria, mentre l'11 le difese concluderanno la loro discussione. La prescrizione cade il 14 febbraio.