La Procura di Catanzaro chiede nove assoluzioni

Si annunciano altri flop per le inchieste dell’ex pm Luigi De Magistris. Ieri il sostituto procuratore generale di Catanzaro, Massimo Lia, ha chiesto nove assoluzioni nell’ambito del processo con rito abbreviato a 40 imputati nell’inchiesta «Why Not» sui presunti illeciti nella gestione dei fondi pubblici. Per otto degli imputati è stata chiesta l’assoluzione per non aver commesso il fatto, mentre per un altro il motivo sarebbe che il fatto non costituisce reato. La Procura ha invece chiesto la condanna per l’imprenditore ed ex leader della Compagnia delle Opere, Antonio Saladino.