La Procura chiederà l’estradizione di Chinaglia

Roma. Con una rogatoria internazionale la Procura di Roma si accinge a chiedere alle autorità statunitensi l’estradizione di Giorgio Chinaglia. L’ex «bomber» della Lazio era stato colpito l’ottobre scorso da un ordine di custodia cautelare per aggiotaggio nell’ambito dell’inchiesta sul tentativo di scalata alla Lazio. La rogatoria dovrebbe essere preceduta da una richiesta di fermo tramite l’Interpol. Contro Chinaglia era stato già emesso un mandato di cattura europeo. E ieri agli stessi magistrati che si occupano della vicenda, i pubblici ministeri Elisabetta Ceniccola, Vittoria Bonfanti e Stefano Rocco Fava, si è presentato come testimone l’attuale patron della Lazio, Claudio Lotito. Il presidente biancoceleste è stato ascoltato a proposito di minacce, intimidazioni e tentativi di estorsione che ha denunciato di aver subìto affinché fosse estromesso dalla Lazio. Per questa vicenda sono già in carcere finiti quattro «Irriducibili» della tifoseria laziale.