Procura Coni chiede 21 mesi per Basso

Roma. Ventuno mesi di squalifica per Ivan Basso. È la richiesta avanzata dalla procura antidoping del Coni, che oggi ha deferito il ciclista varesino alla Commissione disciplinare della Federciclismo. Il provvedimento, emesso dal capo della procura Ettore Torri e dal suo vice, Franco Cosenza, riguarda il coinvolgimento del vincitore del Giro d’Italia 2006 nell’Operacion Puerto, l’inchiesta spagnola sul doping.
A Basso, si legge in una nota del Coni, viene contestata la violazione dell’art. 2.2 del Codice Wada (uso o tentato uso di una sostanza vietata o metodo proibito) insieme all’ipotesi prevista all’art. 2.6 dello stesso Codice (possesso di sostanze vietate e metodi proibiti).