Prodi deve fare la retromarcia su Roma

«Per Roma nutro affetto e rispetto». Sostantivi che Romano Prodi ripete più volte quasi a voler far credere che lui di Romano non abbia solo il nome. Giochino verbale per tentare di fare marcia indietro, di dichiararsi «sorpreso» dai virgolettati riportati dopo la sua sconcertante confessione pubblica - «abitare a Roma? manco morto» - fatta in quel di Cinisello Balsamo. Un outing che in pieno spirito bipartisan non è piaciuto a molti e che l’ha costretto a una precipitosa retromarcia.